Mèi ’l lambrüsch che ’l Franciacürta

Mèi ’l lambrüsch che ’l Franciacürta

166
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

Meglio il lambrusco mantovano che il Franciacorta bresciano. Per entrare nel dettaglio, “mèi quàtar pècar ’d lambrüsch che dü şgorlòt ’d Franciacürta” (meglio quattro bicchieroni di lambrusco che due sorsi di Franciacorta). Per dire che il 4-2 inflitto dal nostro Mantova al Franciacorta è stato meritato, anche se i “dü şgorlòt ’d Franciacürta i s’è restà in sal stòmach” (ci son rimasti sullo stomaco) e ci hanno impedito di goderci la partita in tranquillità. A me (e non solo a me) è rimasto sullo stomaco anche il coro degli ultras della curva Te che, verso la fine, ha cantato “siam mantovani…” con bestemmia incorporata. Mah…

Comunque, Mantova sempre in testa, seguito a due lunghezze dal Fiorenzuola, e bala avanti!

Dei sei gol il filmato di Telemantova mostra solo il primo e il terzo del Mantova. Per gli altri, mi sono affidato agli schemi tracciati sul mio taccuino e alla mia memoria;  chiedo dunque venia per eventuali inesattezze.

19’: Guccione–Serbouti-Altinier che, volpone d’area, (1) stoppa e (2) si gira e segna. 1-0. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

22’: Guccione danza in area e dice a Valentini di segnare il 2-0. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

43’: il Bertazzoli, che ci aveva già fatto provare qualche spaghetto, servito dal collega Bardelloni, si destreggia in area e frega Adorni in uscita. 2-1. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

E subito al 1’ del secondo tempo, arriva il pareggio: tal Giorgino serve Bardelloni che diagonaleggia. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Meno male che 2 minuti dopo il signor Campobasso fischia un rigore per sandwich-atterramento di Guccione, e lo Scotto non sbaglia: 3-2. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il 4-2 arriva all’11: gran cross di Scotto e gran testata di Altinier, che il celeste portiere Arrighi riesce a fermare solo al di là della linea. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Ma sèma sta con l’anima tacàda via fin ala fin. Continuate a mettere i ragazzi in difesa e staremo sempre in ansia, “con l’anima tacàda via fin ala fin”, anche se in vantaggio di 2 gol.