Analfabeti digitali e portali complicati

Analfabeti digitali e portali complicati

177
0
Condividi

Buona domenica circolante

Ci sono 5000 auto, nel mantovano, che dovrebbero rimanere in garage dalle 7.30 del mattino alle 19.30 la sera, per non peggiorare l’aria che respiriamo.

Per i proprietari, c’è la possibilità di chiedere una deroga installando, con un contributo di 50€, una scatola nera per i controlli di percorrenza e dei consumi, fornita dalla Regione, scatola che si chiama Move-in (Monitoraggio Veicoli inquinanti).

Da noi, solo in 150 l’hanno installata.

Il 3% é un po’ pochino e, secondo me, i motivi vanno ricercati non tanto nel timore di essere tracciati nei percorsi, ma nella difficoltà di inoltrare la domanda che può avvenire solo informaticamente, attraverso il portale Regionale.

Se c’é una cosa che ha complicato la burocrazia sono i portali che di informatico hanno pochissimo perché fatti da informatici accondiscendenti al dirigente cresciuto a pane e carta bollata. Sembrano pensati non per aiutare ma per complicare la vita.

Se poi ci aggiungiamo che i potenziali richiedenti, fanno parte di quella schiera di analfabeti digitali, che non hanno o non sanno cosa é lo SPID o il lettore della Carta Nazionale dei Servizi (quella sanitaria, per capirci), il 3% mi sembra già un ottimo risultato.

Snellire e semplificare, credo possa essere l’invito.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete