I bar lavanderia di soldi sporchi

I bar lavanderia di soldi sporchi

231
0
Condividi

Buon venerdì vigile

Il rischio delle battaglie civili su argomenti scivolosi come le infiltrazioni mafiose, tendono a far apparire monomaniacali coloro che, documentando, continuano a denunciare.

Claudio Meneghetti, almeno da più di 20 anni, sostiene che la nostra è terra di conquista da parte delle ,ndrine, della camorra della ‘ndrangheta e della mafia e, gli arresti di questi giorni, non solo gli danno ragione ma gli rendono giustizia, anche di tante incomprensioni.

Ci sono strade della città dove gli esercizi commerciali come tabaccherie e sale slot sono in mano a prestanomi che risciacquano denaro non proprio limpido e nemmeno trasparente.

Fortunatamente, Prefettura e Questura non dormono e, nonostante la rapidità e facilità con la quale si trovano prestanome da parte di chi ha fretta di riciclare e pulire i soldi sporchi, grazie alla collaborazione di tutte le forze in campo civile e dello Stato, le indagini sono sempre più rapidi e veloci nelle chiusure dei locali con proprietà ambigue.

Tre prefetti, 10 chiusure in due anni, sono una bella scaletta di interventi.

Questo, però significa che non siamo più una terra di passaggio e di soggiorni obbligati ma terra di conquista mafiosa.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete