Sanità: prevedere e programmare

Sanità: prevedere e programmare

152
0
Condividi

Buon martedì prevedente

Per carità, può succedere anche nelle migliori e più organizzate famiglie che capiti una emergenza in cui tutti si ammalino ma, nella sanità mantovana stanno capitando proprio tutte, e tutte assieme.

Mancano medici al 118 e in altri reparti, ora mancano, per malattia, sportellisti per tenere aperto uno dei punti prelievi.

Manca anche il senso della comunicazione, affidato unicamente a cartelli anonimi, che non spiegano il motivo che sarebbe già consolante.

Bastava mettere una persona fisica a spiegare, e il disagio sarebbe sembrato minore a chi lo stava subendo.

Tutti ammalati al centro prelievi di Via Trento e si chiude la baracca.

Troppi tagli al personale, viene da pensare, e forse, non si sbaglia.

Prevedere, programmare e potenziare, potrebbe essere la strada buona.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete