Inesorabilmente, la gentilezza vince

Inesorabilmente, la gentilezza vince

661
0
Condividi

Buona domenica gentile.

Un macellaio che lascia l’attività e ringrazia “chi gli dato da mangiare”, che ha nel suo negozio un angolo con due poltroncine e un tavolo per chiacchierare, che dice che non si ha più la pazienza di sobbollire lo stracotto, mi ha piacevolmente soprpreso, soprattutto per la sua gentilezza e l’assoluta assenza di rancore.

Dopo essere stati, ed essere ancora inondati, da rancore e incazzature, sta emergendo la voglia di gentilezza, nei modi, nelle forme e nel dialogo.

Lo si vede a livello di movimenti politici emergenti che raccolgono adesioni in nome del non insulto e lo si percepisce perché chi ringrazia, e sarebbe normale farlo, genera meraviglia.

Ecco, proprio questo sorprendersi, mi sostiene nel dire che la gentilezza sta già vincendo.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete. Immagini di repertorio.