Scelta del pediatra: genialata regionale

Scelta del pediatra: genialata regionale

268
0
Condividi

Buona domenica brillante

Nella provincia di mantova ci sono 270 medici di base o di famiglia o di medicina generale, fare voi, e 40 pediatri.

Facile immaginare che con un rapporto di 7 a 1, gli ambulatori dei pediatri siano, tra di loro, mediamente più distanti.

Basterebbe questo sguardo ai numeri per capire che non si può, come invece impone una circolare regionale, obbligare un genitore di Borgoforte, a scegliere il pediatra con ambulatorio a S. Giorgio.

Il burocrate, arcigno, cieco e ottuso, ha pure escluso che si possa riconoscere il ricongiungimento tra fratelli per cui chi ha due figli, paradossalmente ne ha uno seguito dal pediatra in paese e l’altro dal nuovo pediatra, distante 20 km con attraversamento della città di Mantova.

La motivazione addotta, per questa assurda imposizione, é che bisogna far raggiungere un minimo di pazienti (dal verbo patire), al nuovo pediatra che subentra a chi va in pensione.

Questa scelta, che forse può funzionare in una grande metropoli, non funziona sul nostro territorio e questo, il funzionario estensore della circolare, non può far finta di ignorarlo e nemmeno di non ascoltare chi chiede di rivedere la “genialata” imposta dal luglio scorso.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete. Immagini di repertorio.