Per contarsi o per contare?

Per contarsi o per contare?

222
0
Condividi

Buon lunedì candidante

Tra circa 100 giorni, a Mantova, come in molti altri comuni, si voterà per il rinnovo delle amministrazioni e per il Sindaco.

Ci sono, in alcuni casi, già i nomi dei candidati, e, nel capoluogo, ma anche in altri comuni come Viadana, sono già una esagerazione, in rapporto ai votanti.

Legittimamente, ogni partito o gruppo o associazione vorrebbe essere presente in Consiglio; ma che senso ha a Mantova avere tra gli 8 o i 10 candidati Sindaco?

E’ come se a New York, facendo una proporzione, si presentassero 1740 aspiranti sindaco, a Milano 270, a Roma 580.

In una fase politica in cui si è contenti se si riesce a riempire un bar o una saletta di albergo, mi sembra che sia più la voglia di contarsi che non quella di contare.

Tanto per fare un esempio, a Mantova, per avere un consigliere Comunale eletto, servono minimo 1200 voti circa.

Per contare si devono fare i conti con i numeri.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie Immagini di repertorio.