Emergenza, ma con buon senso

Emergenza, ma con buon senso

235
0
Condividi

Buon sabato emergente

Adesso che il virus coronato è arrivato anche da noi, trasportato, involontariamente, non da un uomo giallo ma da un uomo bianco, iniziano gli allarmi, giusti, che vanno però seguiti e attuati con buon senso e un bel po’di testa.

Intanto c’è da diffidare da chi da la colpa ai governanti, siano nazionali o regionali, perché il problema, per ora, è sanitario e medico e non politico.

In secondo luogo ricordiamoci che nonostante i continui piagnistei nelle sale di aspetto, abbiamo un servizio sanitario che all’estero non troveremmo, e chi non ci crede provi a chiedere di inglesi, tedeschi o americani, dove si viene curati in base solo a tabelle statistiche di sopravvivenza e in presenza di una buona e ricca assicurazione privata sulla salute.

E poi, oltre a guardare il filmato del Ministero della Salute che ci spiega cosa fare, e che troviamo su tutti i media, non facciamo gli eroi andando a lavorare se malati, anche della sola classica influenza invernale, perché, invece di fare del bene, facciamo del male ai colleghi e all’azienda.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie Immagini di repertorio.