L’ultimo miglio

L’ultimo miglio

199
0
Condividi

Buon martedì collegato

Quasi certamente, senza connessioni web, questa “settantena” sarebbe stata molto, ma molto, più tribolata.

La connessione attraverso modem o wifi ha permesso a molti di lavorare da casa senza perdere lo stipendio, di studiare o essere sollecitato a farlo, di distrarsi vedendo film o trasmissioni in streaming, di ascoltare la musica preferita e tante altre attività che dipendono dalla rete.

Una società mantovana ho accettato la proposta del Comune, di migliorare la velocità che ancora non è di quelle che permettono di fare “operazioni a cuore aperto a distanza”

Che differenza c’è tra la fibra dei due colossi che già hanno aperto e richiuso le vie del centro per posare la loro fibra?

Che la proposta della Mantovana Mynet è quella di portare la fibra dritto in casa e non solo sino al cabinet in strada come fanno, almeno sino ad ora, le altre.

L’ultimo miglio, è, come in tutte le cose, decisivo, per cui se dal cabinet in strada alla presa di casa ci si arriva con il rame, anche un non tecnico capisce che la velocità si riduce, se invece ci arriva la fibra, finalmente la velocità sarà di quelle che non dovrebbero più creare problemi.

Cablare la città, non solo il centro, ma anche le periferie, portando la fibra in casa, è un ambizioso progetto la cui utilità abbiamo appreso, sulla nostra pelle di connessi in settantena.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie Immagini di repertorio.