Non servono 60.000 Assistenti civici antimovida

Non servono 60.000 Assistenti civici antimovida

268
0
Condividi

Buon lunedì dubbioso

Pare che il primo fine settimana con apertura di quasi tutte le attività, a Mantova, sia andato come doveva andare, nelle altre città da Nord a Sud un po’ meno con concentrazioni pericolose di persone con mascherina a proteggere il mento.

Il Governo, propone l’arruolamento gratuito di sessantamila Assistenti civici anti assembramenti, per impegnarli, sino a fine luglio. nel controllare e diradare chi sta troppo a ridosso degli amici.

Non mi piacciono le ronde, i pasdaran di qualsiasi colore o fazione, perché, statisticamente tendono al fanatismo che è il contrario della razionalità e della logica.

Sarebbero pubblici ufficiali?

Che autorità e autorevolezza avrebbero per far rispettare e farsi rispettare?

Siamo già ai margini dei diritti costituzionali negati con Dpcm e non con leggi approvati dai nostri rappresentanti in parlamento; aggiungere un ulteriore motivo di sforamento, non mi pare il caso.

Ci sono già le forze di polizia locali e nazionali, e se proprio si vuole esagerare della Protezione Civile, per queste funzioni, e hanno, dalla loro, la divisa, l’autorità, e spesso autorevolezza.

I posti della movida, poi, sono concentrati e ben noti a tutti; non servono ronde per andare a scovare chi cerca guai.

A risentirci o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie.

@robertostorti

#fotoNONmie Immagini di repertorio