Ponti d’oro e muri d’oro

Ponti d’oro e muri d’oro

168
0
Condividi

Buon mercoledì pontiere

Il turismo post covid risente delle iniziative dei singoli paesi.

C’è chi come la Croazia, già ad aprile, annunciava ponti d’oro a chi la avrebbe scelta come meta delle proprie vacanze, e chi, come noi, costruivamo muri d’oro tra noi stessi, dividendoci in Sardi, Campani, Pugliesi Calabresi, Siciliani con i Lombardi, i Piemontesi e gli Emiliani, indesiderati.

Inutile stupirsi ora che il turismo, a parità di periodo, sia al 50% rispetto allo scorso anno; sarebbe ipocrita.

Paghiamo per quello che abbiamo speso: divisioni, diffidenze, campanili.

Anche nel nostro piccolo, a Mantova, non abbiamo, ad esempio, sufficientemente comunicato i nostri numeri di basso contagio, più vicini ai dati Veneti che non a quelli Lombardi, e così, abbiamo contribuito al muro d’oro senza creare, invece, ponti d’oro a un comparto che sarebbe molto utile per tutta la la nostra economia.

Speriamo di imparare, prima o poi, a farci meno del male.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie Immagini di repertorio

Condividi
Articolo precedenteIl virus ci ha colto impreparati
Prossimo articoloA22: troppi utili