Una fiera inventata per fare cassa

Una fiera inventata per fare cassa

214
0
Condividi

Buon mercoledì concorrente

Il secondo tra i Sindaci Lombardi, nella classifica di gradimento; tra i primi 20 in quella a livello nazionale, poteva arrivarci anche da solo che, autorizzare una finta fiera di cibi sul lungolago, avrebbe scatenato le proteste e dato fiato ai concorrenti elettorali.

Le finte fiere, sia quella del cibo da strada in piazza Virgiliana, sia quelle sotto i tendoni alla Favorita, sia queste sulle sponde dei laghi, sono solo concorrenza sleale, con esenzioni non solo fiscali, che i ristoratori regolari si sognano.

Se poi aggiungiamo che, a causa dell’abbondante usa e getta, lasciano una “impronta”, difficile da smaltire, credo che sia giusto negare l’autorizzazione anche in un momento come questo, post quarantena, in cui ristoranti, osterie e pizzerie si trovano dimezzati i coperti e sono chiamati a investire in strutture per far rispettare le nuove, restrittive regole.

Una vera antichissima fiera come quella delle Grazie, è stata annullata, giusto che lo sia, una fiera, inventata solo per fare cassa.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie Immagini di repertorio