Sanità lombarda coi cerotti

Sanità lombarda coi cerotti

173
0
Condividi

Buon sabato incerottato

Il Sistema Sanitario Lombardo non gode di buona salute.

Il Presidente è indagato per la questione, poco chiara, dei camici venduti alla Regione dal cognato, e c’è chi dice che Fontana non poteva non sapere, e poi c’è questa propensione a cedere ai privati alcuni serviz,i tra cui i tamponi, ma anche visite ed esami.

Non siamo ancora usciti dall’emergenza Covid e le richieste di revisione del sistema sanitario che doveva essere sperimentale si fanno sempre più pressanti.

Ultima idea dell’Ospedale Poma di Mantova è quella di affidare, ai privati, esami e visite per un periodo di 60 mesi + eventuali 48 (che sono 10 anni) a chi ha risposto, entro il 12 marzo, alla manifestazione di interesse, richiesta pubblicata all’albo pretorio il 21 febbraio scorso.

Visti i risultati di fronte a una vera emergenza, come quella che stiamo vivendo, è forse il caso di verificare bene se quella della privatizzazione sia la strada migliore, per gli utenti, ovviamente, non per gli investitori della sanità privata.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete. Immagini di repertorio.