Non esiste privacy per chi riceve soldi pubblici

Non esiste privacy per chi riceve soldi pubblici

214
0
Condividi

Buon martedì trasparente

I 5 Parlamentari che hanno fatto richiesta di ricevere il bonus di 600 euro, nonostante ricevano una indennità mensile invidiabile, non possono nascondersi dietro il paravento della privacy.

Come alle aziende che ricevono contributi pubblici viene chiesta pubblica trasparenza dell’uso di quei soldi di tutti, così è per i Parlamentari, i Consiglieri Regionali e Comunali che, oltretutto, già devono dichiarare cosa posseggono prima e dopo il loro mandato.

Rimanendo l’obbligo della trasparenza, c’è una bella differenza tra chi può vivere, e bene, tra benefit e indennità (Parlamentari e Consiglieri Regionali) e chi invece riceve un giusto compenso, spesso simbolico, come i Sindaci e Consiglieri comunali delle piccole città e dei paesi.

I 5 parlamentari, sul totale attuale di 945, sono lo 0,5%; forse meno dei cittadini che comunque li giustificano per consonanza ideologica o perché farebbero altrettanto.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie.

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete. Immagini di repertorio.