Febbre: misurarla a casa o a scuola?

Febbre: misurarla a casa o a scuola?

180
0
Condividi

Buon sabato misurante

L’osservazione e la rilevazione sistematica di temperatura corporea, pulsazioni e pressione arteriosa, (questa per gli adulti) è una pratica che aiuterebbe i medici e anche noi stessi a riconoscere le variazioni e anticipare eventuali malori.

La misurazione della temperatura degli alunni e studenti, in questa fase di rientro a scuola, tra due giorni, è delegata ai genitori che dovrebbero provarla ogni mattina, prima di lasciare che i figli vadano in classe.

Lo ha stabilito il CTS (comitato tecnico scientifico), anche se qui di scientifico c’è poco mentre c’è tanto senso di delega e scaricabarile, col motto del coinvolgimento e corresponsabilità dei genitori.

Nei posti di lavoro, il rilevamento della temperatura corporea, è compito non dei singoli ma del datore di lavoro. Ci sono sistemi di rilevamento immediati, scanner di tutti i tipi; e non si capisce perché in fabbrica si nella suola no.

Sapere che chi entra è certamente e non probabilmente senza febbre, non è secondario.

Il CTS o i dirigenti scolastici, ci ripensino: perché, come ho detto altre volte, mediando un detto dialettale, “solo i merli rimangono sempre neri”.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete.