Possiamo negarlo ma il virus continua a colpire

Possiamo negarlo ma il virus continua a colpire

195
0
Condividi

Buona domenica accorta

Possiamo anche negarne l’esistenza, ma il virus maledetto, continua a colpire, ora, anche i piccoli.

In una scuola Materna di Mantova città, ha colpito un bimbo di nemmeno 4 anni, ma, essendo le scuole strutturate a bolle, sono stati messi in quarantena, a casa loro, solo gli appartenenti alla bolla, (compagni di classe, maestre e bidella) e, tra quattordici giorni, i controlli e poi i rientri.

Convivere e proteggerci è l’unica strada che possiamo percorrere sino, a Natale del 2021come dice l’infettivologo americano, di origini italiane Fauci.

Intanto le RSA, gestite dall’Aspef, (Bianchi e Isabella D’Este), continuano a non ricevere visite dell’inopportuno virus, perché, da subito, vuoi per competenza e anche per un briciolo di fortuna, i suoi 202 ospiti sono stati protetti da presidi sanitari procurati senza attendere quelli regionali, arrivati a scodelle lavate.

Proteggerci e proteggere è anche tenere dentro il naso, nella mascherina.

Facciamolo, però.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete.