Ritardi Trenord Non parlarne è connivenza

Ritardi Trenord Non parlarne è connivenza

200
0
Condividi

Buona domenica in orario

Nei giorni scorsi, genitori di Bozzolo, esasperati dai cronici ritardi sulla linea ferroviaria tra Mantova e Cremona, sono andati da Sindaco a protestare.

L’area sud della Lombardia è da sempre dimenticata da chi da almeno 25 amministra la Regione, soprattutto a livello di linea ferroviaria, ancora a binario unico, con passaggi a livello che tra pubblici e privati, (esistono anche quelli in mezzo ai campi) complicano le corse, e materiale rotabile che dire obsoleto è dire una bugia.

Trenord appartiene alla Regione Lombardia e Trenitalia, è socio di minoranza, per pochi punti, ma i rimpalli di responsabilità sono identici e speculari.

Chi ci rimette sono gli utenti che pagano un abbonamento con soldi veri e ricevono un servizio falso che arriva anche a 75 minuti di ritardo per corse che dovrebbero durarne 30.

Parlarne non risolve certo il problema, ma tacere o dare per scontato che è così, sarebbe connivenza politica e amministrativa.

Se c’è qualcuno pagato bene, deve amministrare bene, se non lo fa deve andare a casa, in treno, però.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#fotoNONmie tratte dalla rete.