Ancora un po’ d’ sandüc

Ancora un po’ d’ sandüc

96
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

Ancora un po’ di singhiozzo  (“sandüc”, ricordo, con la “c” dolce come “ciao”) perché, nonostante la vittoria esterna, consecutiva a quella col Matelica al Martelli, anche a Fano il Mantova ha singhiozzato: primo tempo in vantaggio (meritato) di due gol che potevano anche essere tre, e secondo tempo schiacciato da un Fano che ci ha fatto vedere i topi grigi, ha colpito due pali (dopo uno nel primo tempo!) e, sia pure all’ultimo minuto, ha accorciato le distanze, addirittura meritando il pareggio. Consoliamoci, e rallegriamoci pure con mister Troise per i tre punti che ci portano in zona playoff e a 2 lunghezze dalle prime, ma riconosciamo, col mister del Fano (come l’ho immaginato nel disegno), che abbiamo avuto un bel… colpo di fortüna! Comunque, bala avanti, e basta sandüc!

Il primo gol, subito al 3’, di Di Molfetta che, lanciato splendidamente da Ganz, dopo un gran volatone, entra in area e spara un destrone che s’insacca nell’angolone. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Dei tre pali colpiti dal Fano disegno solo il primo, al 10’: lungo lancio per tale Barbuti, in offside ma, secondo il segnalinee, rimesso in gioco da una deviazione di Checchi;  insieme al Barbuti (1) sul pallone arriva anche Tozzo, che però viene saltato; salta anche il pallone, e questa volta il Barbuti (2) si scontra con Bianchi arrivato di gran carriera; palla sul palo e in corner. Ma che spaghét!  (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il secondo gol al 26’: Zibert lancia Vano, che al limite riesce in qualche modo a fregare il Meli portiere in uscita strampalata: palla a Ganz che pallonetteggia elegantemente. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Al 37’ la cosa più bella della partita, che poteva darci il terzo gol; scambio Cheddira-Ganz-Cheddira che fa entusiasmare anche il telecronista e passaggio finale per Vano che vanifica con un sia pur bel diagonale fuori d’un pelo. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Nel secondo tempo entra in campo un altro Fano e Troise vi oppone un altro Mantova facendo un mucchio di cambi che secondo me stravolgono la squadra.

Vi disegno solo il gol del Fano, al  90’: cross di nonsochi, Tozzo (1) respinge in uscita, palla a tal Paolini che sinistreggia trafiggendo il Tozzo (2) arretrato. Ma par fortüna l’è fnida. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Condividi
Articolo precedenteLago Paiolo: terza asta; deserta?
Prossimo articoloGrande confusione