Dal sandüc ai şbadàc

Dal sandüc ai şbadàc

333
0
Condividi

Dal singhiozzo agli sbadigli. (“şbadàc” -con la “c” dolce- nel nostro dialetto significa “sbadiglio”). Sbadigliare quando si guarda una partita è un segnale ineccepibile di spettacolo noioso, e io, guardando Mantova-Imolese, mi son sorpreso a sbadigliare. Per questo ho disegnato i due mister sbadiglianti, anche se loro forse non si sono annoiati. Entrambi recriminano qualcosa, il che significa che il pareggio è giusto. Con questo la sintesi potrebbe sembrare conclusa, sennonché, paradossalmente, pur non dovendo disegnare neanche un gol, vi presento ben 6 occasioni, guarda caso 3 per parte. Occasioni che però non hanno animato il corso della partita, se non alla fine, quando è tornato un po’ di singhiozzo.

Nel primo tempo, le occasioni son solo due, una per parte.

Al 27’ gran colpo di testa di Milillo, che è alto un chilometro, su corner, e palla addosso al celeste portiere Siano. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Dieci minuti dopo, stessa cosa dall’altra parte, dove, su cross da destra, il loro centravanti Polidori si smarca bellamente e di testa schiaccia in  porta, ma il Tozzo fa una paratona e la palla finisce sul palo. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

All’inizio della ripresa, Gerbaudo rubacchia un pallone, entra in area e sinistreggia sicuro, ma un tal Rinaldi para di schiena. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Verso la fine (82’) gran girata al volo del Polidori su cross dalla sinistra e secondo palo imolese. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Nel recupero, prima (al 92’) il neoentrato Sal, su veloce contropiede, sbaglia un gol che sembrava già fatto… (clicca sul disegno per ingrandirlo)

…poi, al 94’, il nostro Zappa, pure neoentrato, da fuori area spara un sinistrone che fa tremar la traversa, sul rimbalzo c’è il Gerbaudo che semirovescia elegantemente in rete, ma è in netto fuorigioco. Sarìa sta trop, donca contentémas dal puntzìn. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Condividi