Rigori ala còia e partida al s-ciàncol

Rigori ala còia e partida al s-ciàncol

299
0
Condividi

la partita vista dal Ciffo

“Coia = Colta. Antico sollazzo, in cui i nobili dai loro palazzi gettavano in dati giorni alla plebe, raccolta nella strada, un’infinità di roba da mangiare…”. “S-ciàncol = Lippa. Mazzetta appuntata dai due capi, che serve al giuoco detto s-ciàncol. V. şügàr al s-ciàncol.”(Arrivabene. Vocabolario mantovano-italiano). Spiegazioni dovute non solo per i non mantovani, ma credo anche per i mantovani più giovani.

Per dire che il Mantova ha buttato 2 rigori, uno dietro l’altro, “alla còia”, al vento (nel disegno è Troise che li regala al mister Legnaghese). In aggiunta si potrebbe anche interpretare che mai come quest’anno al Mantova vengono “elargiti” tanti rigori (ricordo soltanto i 3 contro la Feralpi), e che, di fronte a “tanta grasia”, noi, come bambini viziati, finiamo con lo sprecarli.

Resta da spiegare la “partida al s-ciàncol”. Gli è che, contrariamente a quanto afferma Troise che parla di “grande partita” (adritüra!) e, in parte anche a quanto si legge sulla Gazzetta (“bene fino all’intervallo”), secondo me (e non solo), piuttosto che al calcio, éma şügà al s-ciàncol, con lanci lunghi, come nel gioco suddetto, (in cui la squadra in possesso della “lippa” cerca di spedirla, con la “canella”/ bastoncino, il più lontano possibile), poche azioni e ancor meno conclusioni. (Ho messo “s-ciàncol” e “canèla” in mano al mister Bagatti perché anche il Legnago ha fatto la sua parte).

Perciò, solo tre disegni: i due rigori regalati all’inizio, e la grande occasione del Legnago nel secondo tempo.

1’. Rigore per fallo di mano in area: quel fenomeno di Guccione (1) si sogna di fare il “cucchiaio”, la palla sbatte sotto la traversa ma rimbalza in campo, e il Guccio (2) tenta di ributtarla dentro di testa; ma, ostacolato dal rialzatosi portiere (che non ho disegnato per chiarezza), manda alto. NB. Il disegno è semplificatissimo: al rimbalzo l’area s’è affollata di gente di ogni colore. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

7’. Secondo rigore per atterramento dello scatenato Cheddira e il Ganz se lo fa pizzicare dal portiere Pizzignacco. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

5’ del secondo tempo. Contropiede Legnago. Luppi riceve in area, si gira e sinistreggia, ma Milillo devìa di piede e Militari mette in angolo di testa. Anche questo disegno è semplificatissimo (ressa in area). (clicca sul disegno per ingrandirlo)

E dopo ‘s continua a şügàr al s-ciàncol.

Condividi