Lo stato biscazziere e il tiro della cinghia

Lo stato biscazziere e il tiro della cinghia

294
0
Condividi

Buon martedì ludico

La percezione che lo stato sia un biscazziere la si ha leggendo come sono andate le vendite dei biglietti della più famosa lotteria.

Questo anno, funestato dalle misure che ancora permangono e che forse si rafforzeranno, le casse statali hanno visto entrare 10.000.000 di euro in meno solo per i biglietti invenduti della Lotteria Italia con un calo del 31% rispetto alle passate edizioni.

Un italiano su tre, di quelli abituati a tentare le fortuna, non ha comprato il tagliando, forse perché non è passato in aeroporti o autogrill chiusi o poco frequentati, ma forse anche perché è evidente che in tasca, almeno a un italiano su tre, se non di più, circolano meno soldi, e non si usano nemmeno per tentare la fortuna.

Sarebbe opportuno ci si occupasse di economia in modo serio perché per molti è già iniziato il tiro della cinghia.

Ci risentiamo domani, se vorrete. Grazie

@robertostorti

 

#fotoNONmie tratte dalla rete