Chiusi in casa ma le polveri sono aumentate

Chiusi in casa ma le polveri sono aumentate

269
0
Condividi

Buon mercoledì indagante

Siamo rimasti chiusi in casa per circa100 giorni e si pensava che l’aria, a Mantova e in Lombardia, si liberasse delle polveri sottili, invece non è avvenuto.

Si è arrivati a 66 giorni di sforamento, cioè addirittura 9 in più dell’anno precedente.

E’ vero che il dato è meglio di 15 anni fa, ma è anche vero che proprio i valori di PM10 che non calano, devono far riflettere.

Se con cartiera ferma, Ies spenta, traffico automobilistico mai così ridotto, le polveri non sono calate ma aumentate, allora l’unica variabile che rimane, oltre alla sfiga di abitare in una conca, è quella delle caldaie private accese a “manetta”.

Se i tecnici Arpa, chiedessero a Tea i valori dei consumi di gas del 2020 si potrebbe cercare di dare una risposta anche a questa incognita.

A risentirci, domani, se vorrete. Grazie

@robertostorti

 

#fotoNONmie tratte dalla rete