Altarchè sognàr, sém pü bón ‘d şügàr

Altarchè sognàr, sém pü bón ‘d şügàr

267
0
Condividi

Altroché sognare, non siam più capaci di giocare. Resa incondizionata del Mantova al piratesco Fano che ha rischiato addirittura di travolgerci. Piratesco per la sua lugubre maglia e per la sfacciataggine con cui ha affrontato il Mantova, che ha finito col non raccapezzarsi, così da farmi dire: “a sém pü bón ‘d şügàr”. Come mai? Lascio agli esperti la diagnosi e mi limito a tre disegni: l’unica occasione del Mantova e le due bordate che ci hanno colpito e affondato. Risparmiatemi quelle che ci sono arrivate vicino, che è meglio

14’. Zigoni di testa per Ganz, che (1) si porta la palla avanti di petto e (2) spara “a botta sicura”. Ma arriva a tutta canna tal Brero “alla disperata in scivolata”(Gazzetta) e cornerizza. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

11’del secondo tempo. Cross da sinistra e il signor Gentile testeggia mica tanto gentilmente in porta. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

29’ il neoentrato Scimia se ne va fin dentro la nostra area vanamente inseguito e ostacolato, riesce a fare un bel traversone su cui piomba tal Ferrara che mette dentro, affondandoci del tutto. (clicca sul disegno per ingrandirlo). E adesso? Vedarém ben bèla.

 

Condividi