Il treno dei desideri all’incontrario va

Il treno dei desideri all’incontrario va

299
0
Condividi

Buon lunedì binario

Gli Amministratori regionali sono binari: ON se sei con loro OFF se sei contro.

Oltre a combinare guai, non ancora rattoppati, circa le vaccinazioni sia antinfluenzali che anticovid, anche sui treni non sono molto preparati e, a chi lo fa notare, scaricano olio bollente.

Ripasso per i distratti: da Mantova a Milano, il treno impiega lo stesso tempo che impiegava nel 1950, minuto più minuto meno.

Sono stati ordinati 5 treni Rock, 10 Pop 12 Caravaggio a cui, per le olimpiadi che ci sanno tra cinque anni sono stati aggiunti all’ordine altri 20 Donizzetti e 26 Caravaggio.

Nessuno destinato alla sfigata linea che ci riguarda, servita dal Vivalto di nuova serie, quello che fa caldo d’estate e freddo d’inverno e che ha le porte che non sempre si aprono.

Inutile che l’Assessora si arrabbi con chi chiede chiarimenti.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

 

#fotoNONmie tratte dalla rete senza indicazione esplicita di copyright