La fòla dal pomdòr

La fòla dal pomdòr

240
0
Condividi

Diceva Gianni Brera che la partita perfetta finisce 0-0. Sarà anche vero, ma non è detto che ogni partita finita 0-0 sia perfetta. L’è la fòla dal pomdòr: se “tutti i pomodori maturi sono rossi”, non è detto che tutte le cose rosse siano pomodori maturi. Ergo, si può tranquillamente dire che la partita del Mantova col Gubbio non è proprio stata una partita perfetta, parché l’è stada na partida da sbadàc: da sbadigli. Va bén che il Mantova ha mantenuto la sua posizione nei playoff, e quindi mister Troise è soddisfatto, (mentre il mister Torrente reclama per un rigore negato alla sua squadra), ma l’è mìa sta’ an gran bel védar. Dunque, tre disegni in croce per farvi vedere qualche tiro in porta con relative parate.

Al 27’ circa è un omino rossoblu che fa lavorare Tosi. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Mentre al 4’ del secondo tempo è Di Molfetta che, servito da Guccione, ricambia da lontanissimo per il giallognolo Zamarion. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Ma quella che secondo me è l’occasione più occasione, capita più o meno alla mezzora: e stavolta è Di Molfetta a servire Guccione in piena area, ma il capitano fa solo un passaggino al portiere. Gnint àtar, nient’altro. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Condividi