Lynyrd Skynyrd “One more from the road” (1976)

Lynyrd Skynyrd “One more from the road” (1976)

621
0
Condividi

Lynyrd Skynyrd
“One more from the road”, 1976 (MCA Records)
Southern rock

di Silvio Loi (E Street Records)

Questo doppio album dal vivo è una sorta di greatest hits live dei Lynyrd Skynyrd e il modo migliore per capire cos’abbia rappresentato il southern rock nel panorama musicale degli anni 70.
Registrato al Fox Theatre di Atlanta nel 1976 tra i suoi solchi troviamo l’energia dell’hard rock, la tradizione del country e del blues (Crossroads) il calore e il pathos delle ballate(Simple man) e l’essenza del southern rock (Free Bird), brano quest’ultimo che a tutt’oggi può vantare il primato di più richiesto nelle radio americane AM davanti a un pezzo da 90 come “Starway to heaven” dei Led Zeppelin.
“Sweet home Alabama” con quell’attacco di tre chitarre è un pezzo che quando ti entra in testa non riesci a liberartene la conclusiva “Freebird” nei suoi quasi 12 minuti di cavalcate chitarristiche appartiene di diritto all’antologia di canzoni che hanno fatto la soria del rock.
Purtoppo nemmeno i Lynyrd Skynyrd sono sfuggiti alla maledizione che ha colpito le band al di sotto della Mason Dixon line. Prima un disastro aereo ha dimezzato il gruppo, poi è stato tutto un susseguirsi di lutti che è arrivato a colpire persino i sostituti dei sostituti, oggi il solo Gary Rossington è rimasto della formazione originale.
Comunque se vi capitasse l’opportunità di assistere a un loro concerto non fatevela sfuggire, la voce di Johnny Vant è degna di quella del defunto fratello Ronnie la scaletta è sempre la stessa perciò niente di nuovo, solo poco meno di due ore passate ad ascoltare della splendida musica

Condividi