Clochard donne: indefinite e neppure assistite

Clochard donne: indefinite e neppure assistite

81
0
Condividi

Buon mercoledì attento

Per definire chi non ha una dimora, vive per strada, isolato o isolata, per scelta o per destino, non c’è, nella nostra lingua, un termine appropriato e, infatti, si usa il francese clochard o l’inglese bag lady per le donne.

A Mantova, secondo un dato fornito da Eupolis Lombardia, sono almeno 50 le donne che non hanno dimora, causa separazione dal marito o dai figli o dal lavoro o perché stanno male.

Non solo non abbiamo un termine, se non l’acronimo burocratico di Psd (Persone senza dimora) ma, per le donne, neppure un dormitorio perché, ai 40 posti letto di via Ariosto, possono accedere solo uomini.

Indefinite e neppure assistite.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

 

Foto tratte dalla rete senza blocchi espliciti di copyright

Condividi