Dü a şèro e via andare

Dü a şèro e via andare

154
0
Condividi

la partita vista dal Ciffo

“… e via andare!”: lo diciamo, noi mantovani almeno, a conclusione di una frase che esprime compiacimento per qualcosa che ci è andata finalmente bene e dà ottimismo per il futuro, proprio come la vittoria del Mantova col Legnago. Qualcuno mi farà osservare che “andare” non è dialetto mantovano, che direbbe “andar”; ma noi mantovani siamo abituati, fin da bambini, a mettere termini “italiani” nelle nostre frasi dialettali: quando alle elementari un nostro compagno prendeva “dieci” (in dialetto “diés”), non dicevamo “l’ha ciapà diés”, ma : “l’ha ciapà dieci”. Così, quando chiedevamo al venditore ambulante di “ceci, lupini e brostolini” di darci il cono di carta gialla coi ceci caldi, non dicevamo: “am daga i sis” e neanche: “mi dia i ceci”, ma proprio: “am daga i ceci”. Tutto ‘sto sproloquio per giustificare il mio “e via andare” al termine della frase che m’è venuta in mente dopo la vittoria sul Legnago. Il Mantova dunque, alla seconda partita della guida Galderisi, non solo ha vinto, ma anche, come si suol dir con frase fatta,”convinto”. E sperém ch’ la düra. Ho dunque disegnato il “Nanu” che corre e salta felice, e il mister legnaghese Colella nel gesto di auto cacciarsi (al l’ha dit lü!, l’ha detto proprio lui).

Vista la vittoria, meritata e bella, visto che siamo alle porte del Natale, e visto che sono in perfetto ritardo, ho disegnato solo le belle cose del Mantova, tralasciando le pur rare occasioni del Legnago (e mi scuso con mister Colella)

9’.  Folata del Mantova, gran cross di Guccione e Paudice testeggia l’1-0. E pensare che mi sembrava un passaggino al portiere. Da notare la presenza in area, a ricevere il cross del capitano, di ben tre biancorossi, scattati al di là della difesa nerognola. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

25’. Altra folata del Mantova: Silvestro, lanciato da Guccione, passa a Paudice che di destro calcia in porta evitando il malmesso portiere ma non un benmesso difensore che rinvia dalla linea. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

11’ del secondo tempo. Paudice di testa per Guccione che cannoneggia (di destro!) sulla traversa. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

29’. Il  meritato 2-0 arriva su corner di Piovanello e testatona di Checchi, che angoleggia e festeggia. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Buon Natale e buon anno a tutti.

Condividi