Amazing Blondel “Fantasia lindum” (1971)

Amazing Blondel “Fantasia lindum” (1971)

1680
0
Condividi

Amazing Blondel
“Fantasia lindum”, 1971 (Island records)
Pop barocco

di Andrea Lucchini

Il gruppo si distinse subito dagli altri per il gusto Medievale dei loro pezzi suonati, oltre alle ottime chitarre acustiche con strumenti tradizionali quali il liuto, il clavicembalo, l’harpsichord, l’oboe e il dulcimer.
Inizia l’album con la suite chiamata “Fantasia Lindum”, che dura per l’intero lato A.
Il viaggio a ritroso nel tempo ha avuto inizio, addentrandoci nella corte elisabettiana del 700 respirando ed ascoltando aria rinascimentale.
Un sound assolutamente personale, che non ha  accostamento alcuno con altri gruppi contemporanei, di chiara matrice folk indiscutibilmente inglese, musica colta e non popolare.
Questo Trio di eccelsi polistrumentisti durante le loro esibizioni dal vivo,si avvalevano di una quantità di strumenti che si narra arrivasse ad oltrepassare le 40 unità
Elevata maestria di questi tre menestrelli fuori dalla propria epoca.
In conclusione “Fantasia Lindum” va considerato un concept imperniato sui rapporti tra l’uomo, i suoi simili, Dio e la natura.

Condividi
Classe 1961 , nato e vissuto a Mantova, ha dedicato gran parte dell’esistenza alla musica e alle apparecchiature che necessitano per riprodurla.