Concorrenza sleale

Concorrenza sleale

201
0
Condividi

Buona domenica leale

La Regione e i Comuni, recependo le linee guida della legge 6/2010, dovrebbero vigilare affinché le manifestazioni, soprattutto culinarie, rispettino quanto legiferato e, in particolare, che siano legate al patrimonio storico, culturale ed enogastronomico del territorio in cui si svolgono.

Tanto per capirci, una festa che esalti il fritto misto di mare o le cozze ha poco o niente a che fare con il territorio virgiliano per cui sono solo trucchi per ridurre il carico fiscale su chi le organizza, configurandosi come evidente concorrenza sleale.

Un maggior rigore e controllo sarebbe vera attenzione nei confronti di chi rispetta e valorizza, ogni giorno, il patrimonio sociale e culturale delle comunità locali.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

Immagini di repertorio tratte dalla rete, senza esplicite, bloccanti, indicazioni di copyright con impossibilità di risalire al titolare dell’immagine stessa

Condividi