Na strasa d’na volta ch’a s’vinséva…

Na strasa d’na volta ch’a s’vinséva…

162
0
Condividi

la partita vista dal Ciffo

… coi vronés sém restà in diés. Traduzione (che unisce titolo e inizio commento): “una straccia di (una) volta che si vinceva, coi veronesi siam rimasti in dieci”. Gli è (!) che con i veronesi è sempre dura (vedi le due partite dello scorso campionato), e una buona volta che eravamo riusciti a superarli, non solo per il punteggio (1-0 su rigore) ma anche per il gioco, in tutto il primo tempo, il giovanotto schierato al centro della nostra difesa s’è fatto espellere al 44’ per doppia ammonizione, lasciando il Mantova in 10 per tutta la ripresa; ragion per cui, dopo una strenua difesa durata una buona mezz’ora, dài e dài, i nostri eroi hanno ingoiato il pareggio dei veronesi, per la soddisfazione del loro vecchio mister Fresco e il rammarico del nostro giovin Corrent, che ancora una volta deve rincorrent l’agognata e necessaria vittoria. Gnint paüra, sperém in dla prosima, anca s’l’è con la prima in clasifica, lünedì sera, in casa nostra (diretta Raisport, ore 20.30!).

16’. Dopo  occasioni Mantova (tiri [parati] di Guccione e Gerbaudo al 9’ e al 12’), l’islandesone maimort Hallfredsson pennella per tal Gomez, la cui testatona è sventata dalla paratona di Chiorra. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il Mantova comunque gioca meglio e al 39’ il veronese portiere Sibi stende Guccione, che poi sinistreggia in rete il conseguente rigore. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Al 35’ della ripresa la pur buona difesa dei 10 mantovani crolla: rinvio sbilenco, testa di tal Casarotto per il 10 Danti che infila di destro Chiorra e compagnia, e i nostri bei sogni di vittoria se li porta via. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

 

Condividi