Caos rifiuti, sì Tea / no Tea: le motivazioni di due sindaci

Caos rifiuti, sì Tea / no Tea: le motivazioni di due sindaci

947
0
Condividi

Continuiamo l’avvicinamento all’evento di domani, sabato 28 novembre, dal titolo “Mantova: Capitale della Cultura Ambientale”, conferenza dedicata ai temi ambientali scottanti di attualità che si terrà alle ore 16 presso l’Atrio degli Arcieri di Palazzo Ducale. Si discuterà della raccolta differenziata dei rifiuti, argomento di cui tanto si sta parlando in questi giorni, dato che al 31/12/2016 scadrà la convenzione tra i Comuni e Mantova Ambiente. Diversi sono i sindaci che hanno comunicato la volontà di staccarsi dal servizio TEA per indire una gara d’appalto, e quindi decidere in autonomia quella che sarà l’azienda a continuare i servizi di raccolta.
Abbiamo iniziato questo percorso ascoltando le parole di Alberto Zolezzi, parlamentare del Movimento 5 Stelle e membro della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, oltre ad essere uno dei principali ospiti all’evento “Mantova: Capitale della Cultura Ambientale”. Abbiamo continuato con la voce di Anzio Negrini, direttore di Mantova Ambiente, ramo dedicato alla gestione dei rifiuti del gruppo TEA. Proseguiamo quest’oggi con le parole di due sindaci della provincia di Mantova: Alessandro Beduschi, sindaco di Borgo Virgilio, uno dei primi amministratori a decidere di indire la gara d’appalto e a rivalutare il ruolo di Tea nel suo territorio, e Beniamino Morselli, sindaco di San Giorgio di Mantova, che ha affermato di voler proseguire il rapporto con Mantova Ambiente.

[Stefano Vitale]

Condividi