Bioanch’io Pillole di natura-Il the

Bioanch’io Pillole di natura-Il the

338
0
Condividi

Pillole di natura è una rubrica offerta da Bio anch’io, cooperativa che promuove la cultura della salute e dell’alimentazione, la tutela dell’ambiente e il consumo consapevole.
In via Amendola a Mantova www.bioanchio.it

Anna Polettini-Il the

Il tè, per la sua storia millenaria e per la sua diffusione nel mondo, è la bevanda in
assoluto più bevuta dopo l’acqua.
Una leggenda racconta che il tè è stato utilizzato per la prima volta come bevanda in
Cina nel 2737 a.C. Dall’imperatore Shen Nung, che aveva l’abitudine di dissetarsi durante
i viaggi con acqua di ruscello fatta bollire. Un giorno da una pianta selvatica di tè
caddero nel recipiente posto sul fuoco delle foglie che resero l’acqua dorata e
piacevolmente aromatizzata. Il nuovo infuso gli piacque talmente tanto che da allora
l’imperatore promosse la coltivazione di tè nel suo regno. Tutti i tipi di tè che ci sono
derivano dalle foglie o dalle parti legnose della medesima pianta che subiscono però
diversi trattamenti e presentano vari gradi di fermentazione. Il tè è famoso per essere
una bevanda stimolante, gli alcaloidi che contiene sono la caffeina (o teina) e la teofillina.
In natura c’è più caffeina nella foglia di tè che nel chicco di caffè ma le varie fasi della
lavorazione ne riducono la quantità. Più l’infusione è prolungata meno stimolante sarà la
bevanda. Gli studi sul tè sono numerosissimi, in particolare quelli sul tè verde, che non
viene fermentato e mantiene al suo interno una maggior quantità di sostanze protettive.
É ben documentato che il tè riduce i livelli di colesterolo cattivo LDL e di trigliceridi e
contiene diversi tipi di antiossidanti e composti fenolici, alcuni dei quali hanno rivelato
delle spiccate qualità antitumorali. In particolare l’epigallocatechina-3-gallato è uno dei
polifenoli più efficaci nel ridurre i processi infiammatori, nel contrastare l’angiogenesi nei
tumori e inoltre può contribuire a ridurre la glicemia…Quindi via libera al tè verde, che
però consiglio di bere lontano dai pasti perchè può ridurre l’assorbimento di alcuni
minerali, come ad esempio il ferro.