Mantova smart city?

Mantova smart city?

594
0
Condividi

Il dubbio è intelligenza

Buon mercoledì intelligente

Secondo uno studio condotto sulle città italiane più intelligenti, Mantova è quarta, e prima tra le piccole città.

Ci precedono Bologna, Milano e Torino che piccole non sono.

Non so come sono messe le altre, ma se noi siamo quarti, le altre, stanno proprio messe male.

Nello stesso giorno in cui compare, su due colonnine di giornale, la notizia di Mantova City smart, nella pagina precedente del quotidiano locale, c’é un titolo a 6 colonne (3 volte più importante, almeno graficamente) che smentisce subito lo stato di “smart”, dove si annuncia che il processo per ‘ndrangheta e corruzione, forse non si potrà fare, perché nel Tribunale di Mantova non c’é un impianto di videoconferenza.

Quello che fanno ormai quotidianamente le nonne usando skype per parlare e vedere gli adorati nipoti che sono all’estero per studiare, nella smart city, non lo possono fare i giudici!

Una città smart è una città, almeno connessa, e connessa con un buon segnale, mentre nelle case mantovane, se non sei al secondo piano, già la voce del telefono traballa, figurarsi il segnale dati che è ancora prevalentemente trasportato su rame e non su fibra.

Se il dubbio è intelligenza, permettetemi di dubitare che noi si sia una smart city al quarto posto in Italia.

A risentirci domani. Grazie

@robertostorti