Radiovisioni: Antonio Latella, In viaggio con Jacqueline, Cinearte con Station to Station

Radiovisioni: Antonio Latella, In viaggio con Jacqueline, Cinearte con Station to Station

539
0
Condividi

RADIOVISIONI 23 – 29 marzo
la programmazione del Cinema del Carbone

prima visione IN VIAGGIO CON JACQUELINE – trailer
di Mohamed Hamidi — Francia, 2016, 91′
con Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze
Fatah è un contadino che vive con la moglie e due figlie in un piccolo villaggio dell’Algeria. La sua passione è l’unica mucca che ha: Jacqueline. Da anni chiede di poter concorrere con lei al Salone dell’Agricoltura di Parigi e finalmente la sua costanza viene premiata: riceve l’invito. Messi insieme, con l’aiuto dei compaesani, i soldi necessari per la traversata e la sussistenza Fatah e Jacqueline partono. L’idea è quella, una volta sbarcati a Marsiglia, di raggiungere Parigi a piedi.

TRADIMENTI TRADUZIONE TRADIZIONI: ITINERARI NEL TEATRO DI ANTONIO LATELLA – con Antonio Latella, che dialoga con Nicola Arrigoni
Antonio Latella nasce a Castellamare di Stabia nel 1967. Studia recitazione presso la scuola del Teatro Stabile di Torino e presso La Bottega Teatrale di Firenze, diretta da Vittorio Gassman. Nel 1998 firma la prima regia, nel 2004 si trasferisce a Berlino. Per il Piccolo Teatro di Milano nel 2017 mette in scena Pinocchio. La Biennale di Venezia, presieduta da Paolo Baratta lo nomina alla direzione del Settore Teatro per il quadriennio 2017-2020. Intervista ad Antonio Latella 

CINEARTE – STATION TO STATION – Trailer
di Doug Aitken — USA, 2015, 71′
con Patti Smith, Beck, Jackson Browne, Cold Cave, Cat Power
proiezione in inglese con sottotitoli in italiano
In 24 giorni, sono state toccate oltre 4.000 miglia viaggiando in treno attraverso gli Stati Uniti, dall’Atlantico al Pacifico, coinvolgendo un gruppo di artisti, musicisti e performer. Station to Station è un progetto voluto dall’artista Doug Aitken, qui anche nel ruolo di regista del documentario, che esplora il mondo della creatività moderna. Aitken non si limita più al solo mondo all’arte, ma spazia verso letteratura, musica, cibo e cinema. Il treno del viaggio è una scultura in movimento, un luogo dove organizzare happening ed eventi culturali, così da coagulare nuove forme di interazione in un’esperienza unica.
Presenta il film Claudio Musso, critico d’arte e docente di teoria della percezione all’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo.

Questa settimana ci racconta tutto Valentina Mattiello.
www.ilcinemadelcarbone.it